Post con il tag: "(evoluzione)"



Evoluzione · 27 marzo 2019
Per affrontare il tema dei bisogni dell’infanzia è necessaria una analisi della situazione infantile attuale. Il notevole apporto di nuovi stimoli e della loro frequente variabilità ha determinato una più rapida evoluzione delle competenze intellettive e di interessi sempre più proiettati verso età future, creando difficoltà di confronto con i modelli familiari e sociali di stimolo evolutivo ed educativo non adeguati alle nuove repentine modifiche.
Evoluzione · 04 febbraio 2019
Ogni società ha la sua cultura, cioè il complesso assieme di tradizioni, usanze, costumi, conoscenze, credenze, regole e tipo di morale che contraddistinguono una società dall’altra. Questi diversi fattori, assunti dagli individui di quel gruppo sociale, hanno una loro base esistenziale, in parte acquisita nei tempi per necessità di sopravvivenza, per un migliore adattamento, per richieste religiose, per un più efficiente strumento di potere e in parte dettati e tramandati di generazione in gene
Ambiente · 25 luglio 2018
Gli autori presentano una nuova Scala di Sviluppo nei primi quattro anni di vita, suddivisa in 9 livelli d’età, ciascuno comprendenti 5 settori di sviluppo: competenze motorie di base, competenze manuali, competenze cognitive, linguaggio, rapporti interpersonali. Questa scala nasce dalla necessità di rivedere un precedente test (Russo R.C. 1972) in un’ottica integrata tra il biologico e l’ambiente tramite l’uso di prove dirette al bambino e domande ai genitori.
Evoluzione · 26 aprile 2018
La valutazione delle capacità organizzative motorie deve tenere in considerazione una serie di azioni e non su un solo atto
Evoluzione · 27 marzo 2018
Nella evoluzione normale le competenze che assumono un valore biologico di base, caratteristico per la razza umana, vengono acquisite nei primi tre anni, in seguito le competenze procederanno, ma sempre sui valori biologici già acquisiti (dal libro "Psicomotricità" di Roberto C. Russo, in pubblicazione ad aprile 2018)
Evoluzione · 31 gennaio 2018
Nuovissimi studi rivelano quanto incida sulla vita di un bambino, il fatto che nasca prematuramente. Questo perché sembra che i piccoli nati prima del tempo, possiedano determinate zone del cervello sviluppate in quantità minore, rispetto a coloro che, invece, sono venuti al mondo al momento giusto.
Evoluzione · 20 dicembre 2017
Già molto presto durante il suo sviluppo, il feto può “cantare e ballare” nella pancia di mamma dopo aver ascoltato della musica.
Evoluzione · 22 novembre 2017
Un interessante articolo sulla socialità degli animali di Lara Ricci per il Sole 24 del 2011
Evoluzione · 08 novembre 2017
Nei nostri servizi frequentemente risulta difficile agganciare in modo sufficientemente efficiente le figure genitoriali per sensibilizzarle all'inizio di una terapia per il bambino e alla necessità di un loro supporto per i problemi educativi, cognitivi e relazionali. Spesso assistiamo a precoci abbandoni o ad una disponibilità formale che non riesce ad evolvere verso una più profonda e sentita partecipazione.
04 ottobre 2017
I valori emozionali del vissuto delle esperienze si esprimono in cariche gratificanti o frustranti e più spesso in un commisto delle medesime con la prevalenza di un tipo sull’altro. Questo meccanismo costituisce il «motore» essenziale dello sviluppo, stimolante o inibente, che permette di affrontare nuove esperienze o che riporta alle situazioni già note e meno impegnative.

Mostra altro